seminariopermanentestoriaestoriografia

seminario permanente storia e storiografia università degli studi di Salerno

11/10/2017 _ L’Europa moderna e l’antico Vesuvio _ — 4 ottobre 2017
10/10/2017 _ La Germania necessaria _ —

10/10/2017 _ La Germania necessaria _

locandina presentazione 10 ottobre 2017

bbLa Germania necessaria

Incontro/dibattito all’indomani delle elezioni tedesche del 24 settembre

10 ottobre 2017 ore 15.00

Aula Imbucci – Università di Fisciano

In occasione della presentazione del libro di Beatrice Benocci La Germania necessaria,

L’emergere di una nuova leading power tra potenza economica e modello culturale

(FrancoAngeli, 2017) il Centro Interdipartimentale di Ricerca sul Conflitto in Età

Contemporanea – CIRCEC, in collaborazione con il Dottorato in Studi letterari, linguistici e

storici e il Seminario Permanente di Storia e Storiografia dell’Università di Salerno,

promuove un incontro/dibattito sul ruolo europeo e internazionale della Germania

all’indomani delle elezioni tedesche del 24 settembre.

Coordina: Lucia Perrone Capano, Coordinatrice del Dottorato in Studi letterari, linguistici e

storici.

Intervengono: Carmine Pinto Direttore del CIRCEC, Roberto Parrella Università di Salerno,

Massimo Pendenza Università di Salerno.

Discutono: Antonluca Cuoco Il Denaro – Strade on Line, Edoardo Toniolatti – Sole24ore (via

Skype), Francesco Maselli – Il Foglio.

Partecipa ai lavori l’autrice, giornalista e storica, Beatrice Benocci.

L’evento sarà seguito in diretta dalla Radio di Ateneo Unisound ed è patrocinato da

Associazione Scienze Politiche – ASP.

Crimine “politico”, politica “criminale”? _ 4-5 aprile 2017_ — 20 marzo 2017

Crimine “politico”, politica “criminale”? _ 4-5 aprile 2017_

crsCrimine “politico”, politica “criminale”?

 

Seminario di ricerca

Università degli studi di Salerno, 4-5 aprile 2017

 

 

 

Il seminario analizza le contiguità e sovrapposizione di soggetti che siamo abituati a chiamare criminali, con coloro che sono comunemente definiti come sovversivi e/o terroristi. Si tratta di fenomeni comuni all’indomani della sconfitta di un tentativo rivoluzionario, durante molti conflitti civili e nei dopoguerra conseguenti, quando diventa più labile, o sparisce, il confine tra mobilitazione politica ed attività criminale. In entrambi i casi l’utilizzazione di «criminali» nella battaglia politica o i processi di «criminalizzazione» dell’avversario politico sono fenomeni ben noti, così come il fenomeno inverso, il passaggio di soggetti politici ad attività criminali (o la convivenza tra i due fenomeni). Il seminario riflette su chi attenta alla salute del corpo sociale e del regime politico, su come sia stato storicamente identificato in un discorso sociale di inclusione/esclusione, strettamente interrelato ai quadri normativi che definiscono un outlaw, con le relative pratiche giudiziarie, poliziesche e militari che stabiliscono i confini dell’ordine pubblico.

crimine politico 

4/4/2017 _ I prigionieri politici nel Mezzogiorno Risorgimentale. Una questione transnazionale _ — 6 marzo 2017
30/03/2017 _ 1921, l’Italia tra disarmo e nuova gerarchia mondiale, La Conferenza Navale di Washington —

30/03/2017 _ 1921, l’Italia tra disarmo e nuova gerarchia mondiale, La Conferenza Navale di Washington

maz-side30 marzo 2017

ore 15.00

 

 

Saletta Biblioteca di Storia dell’arte – DIPSUM

Università di Salerno

 
Ricerche in corso

 

Alessandro Mazzetti

 

1921, l’Italia tra disarmo e nuova gerarchia mondiale. La Conferenza Navale di Washington

 

Intervengono

 

Emilio Gin (Università di Salerno)

Adrea Ungari (LUISS Roma)

 

Modera

 

Beatrice Benocci (Università di Salerno)

14/03/2017 _ L’uso politico del cinema nel primo franchismo: il caso Raza _ — 2 marzo 2017
26/04/2017 _ La Legione ungherese contro il brigantaggio _ —
11/04/2017 _ «Espíritus inquietos y turbulentos». Il fuoriuscitismo italiano in America Latina, 1789-1826 _ —

11/04/2017 _ «Espíritus inquietos y turbulentos». Il fuoriuscitismo italiano in America Latina, 1789-1826 _

bon-side11 aprile 2017

ore 11.00

Saletta Biblioteca di Storia

dell’arte – DIPSUM

Università di Salerno

Ricerche in corso

Alessandro Bonvini

«Espíritus inquietos y

turbulentos». Il

fuoriuscitismo italiano in

America Latina, 1789-1826

Intervengono

Olindo de Napoli (Università Federico II di Napoli)

Giuseppe Marcocci (Università della Tuscia)

Coordina

Silvia Sonetti (Università di Salerno)

24/03/2017 _ Public historians: gli storici tra accademia e mercato _ —
Crimine “politico”, politica “criminale”? —

Crimine “politico”, politica “criminale”?

 

 

Dipartimento di Studi Umanistici Dottorato di Studi Letterari, Linguistici e Storici,

Università di Teramo, Dottorato di Storia d’Europa dal Medioevo all’età Contemporanea

Progetto di ricerca finanziamento

 

Crimine “politico”, politica “criminale”?

 

Seminario di ricerca

Università degli studi di Salerno, 4-5 aprile 2017

 

 

 

Il seminario analizza le contiguità e sovrapposizione di soggetti che siamo abituati a chiamare criminali, con coloro che sono comunemente definiti come sovversivi e/o terroristi. Si tratta di fenomeni comuni all’indomani della sconfitta di un tentativo rivoluzionario, durante molti conflitti civili e nei dopoguerra conseguenti, quando diventa più labile, o sparisce, il confine tra mobilitazione politica ed attività criminale. In entrambi i casi l’utilizzazione di «criminali» nella battaglia politica o i processi di «criminalizzazione» dell’avversario politico sono fenomeni ben noti, così come il fenomeno inverso, il passaggio di soggetti politici ad attività criminali (o la convivenza tra i due fenomeni). Il seminario riflette su chi attenta alla salute del corpo sociale e del regime politico, su come sia stato storicamente identificato in un discorso sociale di inclusione/esclusione, strettamente interrelato ai quadri normativi che definiscono un outlaw, con le relative pratiche giudiziarie, poliziesche e militari che stabiliscono i confini dell’ordine pubblico.